Home / Articoli / Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi – Al via la stagione 2018-2019

Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi – Al via la stagione 2018-2019

Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi

Al via la stagione 2018-2019

Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi Al via la stagione 2018-2019 Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi – Al via la stagione 2018-2019 Marco Predieri 300x200
Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi
Al via la stagione 2018-2019

Felice della Corte ha presentato la stagione 2018-2019 dei due teatri “gemelli”: Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi. Per questo nuovo anno, ricco di appuntamenti da ambo i lati, la programmazione spazia dalla commedia al classico con l’obiettivo di appassionare al teatro più gente possibile.

Sono certo che chiunque arrivi da noi si affeziona subito” racconta Felice. “È semplice, ci prendiamo cura di ogni singolo dettaglio, dal parcheggio interno, spazioso e custodito, dalle abbondanti apericene preparate ogni sera dal nostro bistrot e poi il cartellone, il vero protagonista, insieme al pubblico, di questa nuova e promettente stagione”.

Di seguito la programmazione delle due strutture.

TEATRO MARCONI 

Riparte la stagione del teatro Marconi con cartellone ricco di spettacoli voluti dal Direttore artistico Felice della Corte. Una programmazione

Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi Al via la stagione 2018-2019 Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi – Al via la stagione 2018-2019 Insegno Triestino 300x200
Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi
Al via la stagione 2018-2019

variegata che spazia dalla commedia al classico per accontentare tutti i gusti. Con lo slogan “Vivi da protagonista”, Felice della Corte invita il pubblico ad accomodarsi nel suo teatro e augura a tutti di trascorrere al Teatro Marconi meravigliose serate.

Si comincia il 18 ottobre con Attrazioni Cosmiche di Marco Cavallaro e Giovanna Chiarilli, in scena fino al 28 ottobre. Sul palco Marco Cavallaro, Maria Lauria, Ramona Gargano, Marco Maria della Vecchia, Maria Chiara Centorami e Marzia Verdecchi diretti dallo stesso Cavallaro. E’ il 31 dicembre, il giorno più caotico dell’anno e, all’interno di un locale gestito da amici, si intrecciano amori, storie personali e dammi di ciascuno. Ma tra risate, riflessioni e storie di amore e amicizia si scopre che non si può fare a meno degli altri.

Segue il 2 e il 3 novembre Analisi Illogica di Marco Predieri, con Giorgia Trasselli e Simone Marzola. Una commedia avvolta nella struttura e la suspense di un thriller con tutta l’ironia che può scaturire da un goffo malinteso. Ospite per una notte di una amica psicologa, la protagonista si ritroverà a fronteggiare un maldestro visitatore, armato di pistola e idee confuse. Un intreccio brillante che si snoda tra comicità e noir per un finale tutto da scoprire.

Dall’8 al 18 novembre sarà in scena uno testo di Gianni Clemente: Il cappello di carta. Stefania Graniero, Fabrizio Pallotta, Simona Mancini, Armando Puccio, Davide Nebbia, Alessia Francescangeli e Marco Pratesi saranno diretti da Felice della Corte. La commedia è ambientata a Roma nel luglio del 1943 e racconta la storia di un’umile famiglia operaia. I protagonisti si troveranno ad affrontare la guerra, il bombardamento di San Lorenzo, il mercato nero, la fame senza perdere mai il sorriso. Una storia di grande umanità che, tra spunti di riflessione e commozione, regala tante risate.

A partire dal 19 novembre fino a maggio, per un lunedì al mese ( 17 dicembre- 21 gennaio- 18 febbraio- 15 aprile- 13 maggio) andrà in scena La Parrucchiera dell’Imperatrice- ossia la vera storia della Principessa Sissi di Franca De Angelis. Tiziana Sensi diretta da Anna Cianca dà voce in un gioco di specchi alla Principessa e alla parrucchiera, alla padrona e la serva, a due donne diverse nel destino e nelle ambizioni, ma accomunate da una stessa condizione esistenziale di infelicità.

Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi Al via la stagione 2018-2019 Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi – Al via la stagione 2018-2019 Grosso 300x200
Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi
Al via la stagione 2018-2019

I sorrisi del portiere di Carlo Picchiotti sarà in cartellone dal 22 novembre al 2 dicembre. Rodolfo Laganà, diretto da Claudio Boccaccini, è il portiere del sorriso che ci descrive i tratti principali dei condomini di uno stabile di Roma, mostrandoci quanto siano simili a quelli di tutti noi. Il portiere sa tutto dei suoi condomini ed è per questo che un commissario chiede a lui per primo una versione dei fatti ed Orazio, con logica fermezza, gli rivelerà la sua verità con protagonisti, moventi, vittime e colpevoli, fino ad arrivare al finale che non ti aspetti.

Una Roma di altri tempi sarà invece protagonista dal 13 al 16 dicembre con “…’Na vorta c’era Roma”, spettacolo di e con Valentina Olla. Un viaggio suggestivo nel centro della Città Eterna, tra scorci mozzafiato, chiese e sanpietrini, raccontato dal punto di vista di chi è nato in periferia, attraverso il sapore amaro di serenate, stornelli, amori tragici e sonetti di Trilussa.In scena anche Edoardo Simeone al pianoforte, Vincenzo Meloccaro al sax soprano e clarinetto, Daniele Trissati alla chitarra classica e acustica e Stefano Napoli al contrabbasso.

Tutta colpa del cuore, commedia romantica e brillante di Cinzia Berni e Luca Nannini, diretta da Felice Della Corte, divertirà e appassionerà gli spettatori durante le festività natalizie dal 27 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019. Vittorio è  un docente  di criminologia all’università e indomito playboy che, durante  una cenetta romantica con una sua allieva Clelia, ha un attacco cardiaco. A soccorrerlo è proprio la madre della ragazza, Giò, una dottoressa attraente e spiritosa. Tra i due nasce così una meravigliosa alchimia. Una commedia ironica e attuale in cui chiunque sia stato, o sarà innamorato, potrà riconoscersi.

I sentimenti saranno ancora al centro della scena dal 17 al 20 gennaio con E tu sei bellissimadi Claudio Proietti e la regia di Claudio Boccaccini. Simone Colombari e Siddhartha Prestinari interpretano una coppia di separati, Paolo e Cristina, che si rincontra casualmente in una cittadina di provincia dopo diversi anni. Un climax di ricordi li riporta prepotentemente a un passato che ancora fa male. Si crea, dunque, un vortice di ironia e un concatenarsi di battute che suscitano nello spettatore un sorriso divertito e la possibilità di riflettere sulle opportunità che la vita offre.

Dal 24 gennaio al 3 febbraio sarà la volta di un classico del teatro pirandelliano Il fu Mattia Pascal, per la regia Claudio Boccaccini, con

Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi Al via la stagione 2018-2019 Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi – Al via la stagione 2018-2019 Conferenza stampa 300x200
Teatro Marconi e Teatro Nino Manfredi
Al via la stagione 2018-2019

Felice della Corte, Alessia Navarro, Siddhartha Prestinari, Paolo Perinelli, Maurizio Greco, Pierre Bresolin e Ilaria Serantoni. La versione proposta da Boccaccini si avvicina a temi di grande importanza e attualità: l’impossibilità per l’uomo di determinare la propria esistenza e la frantumazione dell’identità in una società che dimentica, sostituisce e procede senza pietà per gli individui.

Oltre ai classici del teatro vengono affrontati anche temi di grande attualità e impegno civile. Dal 7 al 17 febbraio, sempre per la regia di Claudio Boccaccini, sarà in scena Love’s kamikaze di Mario Moretti, con Marco Rossetti. La storia di Due giovani di Tel Aviv, rappresentanti di due popoli, Naomi, ebrea, e Abdul, palestinese, che si amano cercando di dimenticare la sporca guerra e, nello stesso tempo, confrontano e discutono le due civiltà e le diverse motivazioni che animano le due parti.

La storia della nostra penisola sarà invece protagonista dal 21 al 24 febbraio con Viaggio in Italia- Cantando le nostre radici diretto da Massimo Venturiello, con la direzione musicale di Piero Fabrizi. Un concerto-spettacolo itinerante, a cura di Tiziana Tosca Donati, Felice Liperi, Paolo Coletta, che attraversa il Bel Paese dalle Madonie della Sicilia fino alla Pontebba friulana, passando per la Maremma, il Molise Arbëreshë, la vera Napoli e che fa tappa in ogni borgo o località, per raccogliere i colori, i profumi e le voci della memoria della Musica Popolare, il tutto attraverso la musica del gruppo RadiCanti.

Un altro tema di grande attualità verrà trattato nella commedia di Bernardino De Bernardis Immigrati brava gente, dal 28 febbraio al 10 marzo. Sul palco, insieme allo stesso Bernardino De Bernardis, Angela Ruggiero, Ruddy Almada, Simonetta Milone, Francesca Di Meglio, Matteo Fasanella, Elena Verde e Antonio Coppola. Cosa succederebbe ad una famiglia napoletana se piombasse in casa un immigrato? La famiglia Croccolo, che incontrerà Omar e sceglierà di accoglierlo, sfidando le paure e la diffidenza di molti, ce lo racconterà in una commedia esilarante.

Dal 21 al 31 marzo Enrico Maria Lamanna dirigerà Elisabetta Mirra, Brenno Placido, Jacopo Carta e Matteo Bossoletti in Voci dal cortile di Edna Mazya. Uno spettacolo di grande attualità sia per il tema degli abusi, che per il tema del bullismo fra minori, che prende spunto da un doloroso episodio di violenza avvenuto nell’estate del 1986 a Hibbutz Shomrat, nel nord Israele.

Dal 4 al 7 aprile andrà in scena 40 mq, la nuova opera di Emiliano De Martino, che lo vede protagonista insieme a Noemi Giangrande e Laura Sorel. La storia di un ragazzo alle prese con i dilemmi emotivi e sentimentali che la crescita comporta, tra situazioni paradossali e incursioni di una madre in bilico tra la classica chioccia e la progressista che vuole a tutti i costi un figlio indipendente ed emancipato.

Dal 25 al 28 aprile Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi e Alessandro Tirocchi diretti da Marco Simeoli, ci racconteranno La storia d’Ita(g)lia. I genitori di tre alunni di una scuola superiore, autori di un lavoro di gruppo sulla storia d’Italia, sono costretti dall’autoritaria professoressa D’Onofri, detta “La Merkel”, a mettere in scena proprio il lavoro realizzato dia loro figli. Verrà così messo in luce il rapporto dei tre padri coi figli, con la scuola e con il loro essere genitori. Sarà l’occasione per raccontare la Storia d’Italia con vizi, virtù e correzioni comiche, senza privarsi di spunti di riflessione.

La tragica vicenda che vide protagonista l’artista Pippa Bacca è al centro dello spettacolo Tu non mi farai del male- Pippa Bacca di Rosa A. Menduni e Roberto De Giorgi, in cartellone dal 9 al 12 maggio. Tiziana Sensi dirige un testo che narra tra immaginazione e realtà la vita di una donna ricca di ideali che intende l’esistenza come terreno di espressione della propria arte, la cui drammatica fine l’ha resa quasi un emblema di sacra perfezione.

Chiude la stagione, dal 4 al 7 luglio, Tutto in famiglia di Murray Schisgal con la regia di Felice Della Corte. Una commedia divertente, nella più classica tradizione della drammaturgia brillante, interpretata da Francesca Nunzi, Marco Simeoli, Marco Della Vecchia e dallo stesso Felice Della Corte, i quali danno voce e corpo a personaggi che, tra equivoci e colpi di scena, cercano maldestramente di dare un senso e un equilibrio alla loro esistenza.

Non mancano poi spettacoli per bambini e ragazzi. Il Teatro Marconi dedica infatti una programmazione per i più piccoli con un ricco, interessante e appassionante cartellone che va da novembre a maggio:Harry Potter e la scuola dei maghiArtù e la spada nella rocciaIl Grinch e la magia del NataleE vissero tutti felici e contenti,ShrekLa Favola di NataleCappuccetto Rosso vol.1HerculesMalefica e La Bella Addormentata nel BoscoNotte al MuseoUn’emozione per amica- Storia di un’ordinaria bambina da Inside-OutLa favolosa favola di ScemarellaIl mondo di OzAvengers missione Principesse Initaly WarMaui… OceaniaCappuccetto Rosso vol.2BarbablùIl Libro della GiunglaI figli dei cattiviMary Poppins e Mr. Banks.

Grande attenzione anche alle scuole, il Teatro Marconi propone, inoltre, spettacoli pensati e scritti per specifici livelli scolastici, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti e i giovani al teatro, offrendo anche la possibilità di stabilire giornate specifiche secondo le esigenze delle scuole stesse, tenendo conto della disponibilità del Teatro e delle compagnie teatrali. Il ciclo di spettacoli destinato alle scuole di diversi ordini e gradi è composto da rappresentazioni con valore didattico e non solo, spesso inserite nelle stagioni serali di numerosi teatri romani e nazionali. Per i più piccoli propone Frozen…La regina delle neviIl Grinch e la magia del NataleIl Mago di Oz,Storia di un gatto e del topo che diventò suo amicoUn’emozione per amicaArtù e la spada nella roccia, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volareEsopo e Fedro (Le Favole)Hercules; mentre per gli istituti superiori titoli come Aspettando GodotIl Fu Mattia PascalLa foto del carabiniereLove’s kamikazeProgetto “Companies Talks”.

 

Teatro Marconi

viale Guglielmo Marconi 698e (parcheggio interno)

Biglietto Intero 20.00 Ridotto 14.00

spettacoli dal Giovedì, Venerdì e Sabato ore 21,00

Domenica ore 17,30

www.teatromarconi.itinfo@teatromarconi.it – tel 06 59.43.544

Ufficio stampa: Rocchina Ceglia 3464783266 comunicazione@teatromarconi.it

Foto di Agnese Ruggeri

 

TEATRO NINO MANFREDI 

 

Parte il 19 ottobre la nuova stagione del Teatro Nino Manfredi, che, dopo le scorse fortunate stagioni, continua a spalancare il sipario su grandi nomi.

Lo spettacolo che apre questa stagione è Ben Hur, di Gianni Clementi.Paolo Triestino, Nicola Pistoia, che ne cura anche la regia, e Elisabetta De Vito, in scena fino al 21 ottobre, saranno i protagonisti di questa nuova esilarante commedia, che si misura con la scottante attualità dell’emigrazione, ma soprattutto con le eterne dinamiche dell’ incontro-scontro fra diversi.

Il cappello di carta di Gianni Clementi sarà in cartellone dal 23 ottobre al 4 novembre, per la regia di Felice della Corte. La commedia, ambientata a Roma nel luglio del 1943, vede protagonisti Stefania Graniero, Fabrizio Pallotta, Simona Mancini, Armando Puccio, Davide Nebbia, Alessia Francescangeli e Marco Pratesi. La storia di un’umile famiglia operaia che si ritrova ad affrontare la guerra, il bombardamento di San Lorenzo, il mercato nero, la fame senza perdere mai il sorriso. Una storia di grande umanità che, tra spunti di riflessione e commozione, regala tante risate.

Quale migliore abbinamento c’è tra lo spettacolo comico e la cucina? E tra il varietà e cibo?

Letizia va alla guerra, di Agnese Fallongo, diretto da Adriano Evangelisti, è un racconto tragicomico, di tenerezza e verità, che vedrà protagonisti Agnese Fallongo e Tiziano Caputo dal 9 all’11 novembre. La storia di tre grandi donne, due guerre mondiali e un sottile fil rouge ad unirle: uno stesso nome, un unico destino.

Dal 13 al 25 novembre Andrea Giordana, Galatea Ranzi e Luchino Giordana saranno in scena con Le ultime lune, di Furio Bordon, diretto da Daniele Salvo. Il testo, tradotto in venti lingue ed in scena in molti paesi del mondo da oltre 10 anni, racconta la storia di un vecchio professore che, in attesa di trasferirsi in una casa di riposo, dialoga idealmente con la moglie defunta della vecchiaia, della morte, del difficile rapporto con suo figlio e del legame amoroso che li ha uniti fino alla prematura scomparsa di lei

Se questo è un uomo di Primo Levi, diretto da Daniele Salvo, sarà in programma dal 27 novembre al 2 dicembre e vedrà protagonisti lo stesso regista Daniele Salvo, Martino Duane, Patrizio Cigliano e Simone Ciampi. Tra il 1940 e il 1945 alcuni uomini sparirono improvvisamente gettati violentemente nella realtà allucinante di Auschwitz, Birkenau, Mauthausen, Buchenwald e di molti altri Lager nazisti. Erano uomini comuni, di razze, lingue, provenienze diverse. Lo spettacolo vuole affrontare 70 anni dopo, ancora una volta, lo sterminio nazista ed interrogarsi sui motivi e sulle ragioni storiche che portarono l’umanità al periodo più buio della sua storia. In periodo di revisionismo e di memoria a breve termine incontrare la voce di Primo Levi, porta a profonde riflessioni sul senso della nostra vita.

A che servono questi quattrini di Armando Curcio sarà in cartellone dal 4 al 16 dicembre per la regia Giueppe Miale Di Mauro, con protagonisti Pietro De Silva, Francesco Procopio, Maria Chiara Centorami, Stefano Meglio, Luana Pantaleo e Andrea Vellotti.

Eduardo Parascandoli, nobile marchese decaduto che ha delapidato le proprie ricchezze, trascorre il tempo professando ad alcuni giovani (a cui si rivolge loro come discepoli, citando a modo suo Socrate, Platone e Diogene) la sua filosofia di vita, secondo la quale il denaro è inutile ed è una sorta di malattia che affligge l’umanità. La verve comica di questa commedia custodisce perle di saggezza, talvolta ironiche, talvolta più profonde, che inducono a riflettere sul rapporto delle persone con i beni materiali, con l’apparire nella società, con le dinamiche uomo-donna nella vita di coppia.

Nel periodo delle festività natalizie, ritorna sul palco del Teatro Manfredi Antonello Costa con lo spettacoloC Factor. Il talent che cerca il fattore C dal 25 dicembre al 06 gennaio 2019.

Con questo spettacolo Antonello Costa, Annalisa Costa e Pierre Bresolin, affiancati dal corpo di ballo, omaggiano il mondo del Varietà, rinnovando il linguaggio e il ritmo senza tradire la tradizione del grande avanspettacolo italiano. Un continuo omaggio ai grandi capo-comici e una continua ricerca di nuovi personaggi, canzoni comiche, tormentoni e battute.

Dall’11 al 13 gennaio Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi e Alessandro Tirocchi diretti da Marco Simeoli, ci racconteranno La storia d’Ita(g)lia. I genitori di tre alunni di una scuola superiore, autori di un lavoro di gruppo sulla storia d’Italia, sono costretti dall’autoritaria professoressa D’Onofri, detta “La Merkel”, a mettere in scena proprio il lavoro realizzato dia loro filgi. Verrà così messo in luce il rapporto dei tre padri coi figli, con la scuola e con il loro essere genitori. Sarà l’occasione per raccontare la Storia d’Italia con vizi, virtù e correzioni comiche, senza privarsi di spunti di riflessione.

Dal 15 al 27 gennaio ritorna anche Pino Insegno, che con Federico Perrotta, di racconterà con lo spettacolo 58 Sfumature di Pino.Un viaggio attraverso il cinema, la televisione, la musica e i nuovi media, il tutto scandito dalle varie stazioni della vita, con gli spettatori passeggeri di prima classe e Pino Insegno a fare da capotreno.La regia è affidata a Claudio Insegno

Dopo il successo ottenuto in Francia e in Belgio e a Tahiti, torna in Italia la prima esilarante commedia sull’universo degli “scoppiati”. Dal 29gennaio al 10 febbraio sarà in scena Singles di Rodolphe Sand e David Talbot, con Marco Cavallaro, Antonio Grosso, Claudia Ferri.

Singles racconta, con pungente humor e sapiente ironia, le tragicomiche avventure di un gruppo di amici, single non troppo convinti, in cerca del grande amore. Giuliana, Antonio e Bruno, stanchi di ritrovarsi ai matrimoni dei loro ex, decidono di dare una svolta alla loro esistenza, iniziando a frequentare locali per single, club sportivi, e imbattendosi in improbabili incontri al buio.

Dal 12 al 24 febbraio sarà la volta di un classico del teatro pirandelliano: Il fu Mattia Pascal, per la regia Claudio Boccaccini, con Felice della Corte, Alessia Navarro, Siddharta Prestinari, Paolo Perinelli, Maurizio Greco, Pierre Bresolin e Ilaria Serantoni. La versione proposta da Boccaccini si avvicina a temi di grande importanza e attualità: l’impossibilità per l’uomo di determinare la propria esistenza e la frantumazione dell’identità in una società che dimentica, sostituisce e procede senza pietà per gli individui.

Via col tempo di Fabrizio Gaetani diretto da Felice Della Corte, con Fabrizio Gaetani, Fabian Grutt e Cecilia Taddei, sarà in scena dal 08 al 10 marzo. Cosa succederebbe se un quarantenne di oggi incontrasse un ventenne degli anni novanta? Due mondi diversi in un esilarante confronto che fa riflettere su come siamo cambiati in questi ultimi vent’anni.

Dal 12 al 24 marzo è la volta de La casa di famiglia, con Luca Angeletti, Laura Ruocca, Toni Fornari, Simone Montedoro, diretti da Augusto. Fornari.

La storia di quattro fratelli, Giacinto, Oreste, Alex e Fanny, e della loro comune Casa di Famiglia, dove sono nati e dove hanno trascorso la loro infanzia. Ognuno ormai ha una sua vita e una sua famiglia. Il loro padre è in coma da due anni e la casa vuota è da tempo inutilizzata.

Un’offerta milionaria per cedere la casa di famiglia ma prendere una decisione è molto difficile e allora viene messa ai voti. Riaffiorano ricordi, rancori, incomprensioni e cose mai dette che raccontano le tante sfaccettature dei rapporti familiari. Una commedia divertente, ma che al tempo stesso racconta di emozioni e sentimenti in cui tutti possono identificarsi.

Dal 29 al 31 marzo Cosí impari,il nuovo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Grazia Scuccimarra che ci regalerà comicità intelligente, umorismo caustico e forza vitale, mettendo in scena i paradossi delle nostra esistenza, della società, della politica.

Segreti di famiglia di Enrico Luttmann per la regia Marco M. Casazza vedrà protagonisti dal 2 al 14 aprile Viviana Toniolo e Stefano Messina.

Grazia ha un caratteraccio adorabile, un senso dello humour caustico e molti segreti che il figlio Adamo ignora. Lui, commediografo in crisi in fuga dalla soap-opera, torna a vivere con lei e sono subito scintille. Ma anche Adamo ha i suoi segreti. L’inaspettata convivenza porta a galla vecchie storie che parevano destinate a rimanere sepolte per sempre.

Gianni Ferreri, Alida Sacoor e Andrea Bizzarri, dal 30 aprile al 12 maggio, saranno sul palco con lo spettacolo Souvenir,scritto da Andrea Bizzarri e diretto da Giancarlo Fares.

La Boutique Enveloppe, centro di produzione di buste destinate a negozi di alto livello, sta per chiudere i battenti. I due giovani proprietari, Viola e Giampaolo, sposi da qualche anno, sono ormai ai ferri corti e hanno deciso per la divisione, minuziosa, di tutti i beni appartenenti alla società. A farsi carico della liquidazione il notaio Poldo Bolivar che, sicuro di portarla a termine con successo, si trova, invece, di fronte a una situazione imprevista: entrambi i contendenti rifiutano un tavolo, ultimo oggetto della suddivisione, seppure di gran valore. Il motivo? Un ricordo. E, precisamente, il ricordo di quando i due, sopra quel tavolo, ci fecero l’amore.

Non mancano spettacoli per bambini come Harry Potter, Shrek, Wow, La favola di Natale, E vissero tutti felici e contenti, Mezzanotte al museo, Hercules, Cappuccetto Rosso e tanti altri.

Grande attenzione anche alle scuole, il Teatro Marconi propone, inoltre, spettacoli pensati e scritti per specifici livelli scolastici, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti e i giovani al teatro, offrendo anche la possibilità di stabilire giornate specifiche secondo le esigenze delle scuole stesse, tenendo conto della disponibilità del Teatro e delle compagnie teatrali. Il ciclo di spettacoli destinato alle scuole di diversi ordini e gradi è composto da rappresentazioni con valore didattico e non solo, spesso inserite nelle stagioni serali di numerosi teatri romani e nazionali. Per i più piccoli propon: Il piccolo principe, La favola di Natale, Il Mago di Oz, Il libro della Giungla e altri spettacoli adatti ai bambini; mentre per i ragazzi spettacoli come Il fu Mattia Pascal, Maschere Nude, Le Novelle di Boccaccio. 

 

 

Teatro Nino Manfredi 

via dei Pallottini 10 – Ostia Lido

www.teatroninomanfredi.it

Per info e prenotazioni: 06 56 32 48 49

info@teatroninomanfredi.it

Biglietti:

Platea: Intero 26.00, Ridotto 22.00

Galleria: Intero 22.00; Ridotto 20.00

About VoglioTornàBambina

Check Also

Non mi hai più detto ti amo Non mi hai più detto ti amo Non mi hai pi detto ti amo con Giampiero Ingrassia e Lorella Cuccarini 310x165

Non mi hai più detto ti amo

Non mi hai più detto ti amo Dal 20 novembre al 16 dicembre – Teatro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.