Home / Articoli / Dieci, Cento, Mille di….These Days

Dieci, Cento, Mille di….These Days

Anno 1995.

Nascono Windows ’95 e ebay.

Il mondo conosce il primo lavoro dei Queen dopo la morte di Freddie Mercury: Made in Heaven. In Italia arrivano gli Iron Maiden e….Bon Jovi.

UN PO’ DI STORIA – These Days è il sesto album in produzione della band americana. Pubblicato dalla Mercury bon_jovi_-_these_days_(usa)_-_front Dieci, Cento, Mille di....These Days Dieci, Cento, Mille di….These Days bon jovi these days usa front 300x300Records, questo lavoro non ha ottenuto lo stesso successo dei precedenti nel territorio a stelle e strisce, ma è stato un vero e proprio boom commerciale in Europa, Giappone e Regno Unito; tanto da portare a numerose ristampe come These Days Special Edition.

Un album colosso per i Bon Jovi, che videro gloria soprattutto nel Regno Unito piazzandosi primi nella classifica degli album più venduti, rimanendoci per ben 4 settimane, e spodestando una pietra miliare come History di Michael Jackson.

These Days produsse ben quattro hit nella top 10 del Regno Unito: This Ain’t a Love Song, Something for the Pain, Lie to Me e l’omonima These Days. Il più alto numero di singoli nelle prime dieci posizioni estratti da un album dei Bon Jovi in tale località. Il disco, inoltre, trascose sette settimane in prima posizione nella Eurochart Hot 100 Singles, di cui quattro consecutive, e per questo ricevette la certificazione di tre dischi di platino dalla IFPI, grazie anche alle oltre 3 milioni di copie vendute in Europa. Lo stesso anno, inoltre, il disco valse ai Bon Jovi il premio di “Miglior artista rock” agli MTV Europe Music Awards, oltre che la nomina di “Miglior gruppo internazionale” ai BRIT Awards del 1996.

Negli Stati Uniti, a differenza che nelle altre parti del mondo, These Days ricevette una tiepida accoglienza: qui il disco debuttò alla posizione numero 9 della Billboard 200, ma scivolò giù in classifica molto rapidamente, arrivando alla fine a vendere solamente poco più di 1 milione di copie in tale nazione. This Ain’t a Love Song fu l’unico singolo estratto dall’album a riuscire a raggiungere la top 20 della Billboard Hot 100.

These Days è stato inserito in seconda posizione nella top 50 degli album più belli del 1995 secondo la rivista “Q”.

INTERVISTA A DAVIDE MATERA – Evento e Fans Meeting per festeggiare i 20 anni di These Days, il concerto backfire Dieci, Cento, Mille di....These Days Dieci, Cento, Mille di….These Days backfire 300x200all’Aquatica di Milano, le 3 date sold out nel glorioso Wembley Stadium e la release di “Live from London”: tutto in una serata. il concentrato prenderà vita al Borderline di Pisa. Ospiti speciali i Backfire di Roma, la Bon Jovi cover band famosa a livello nazionale. “Conosciamo il Bon jovi Club Italia dal 2004/2005 e collaboriamo con loro da sempre – racconta il vocalist del gruppo Davide Matera – Quando è possibile Max (il Presidente del BJCI) ci chiama e noi partecipiamo volentieri. L’ultima collaborazione e’ stata in un meeting a Milano perché Max ha saputo che ero lì per lavoro. Così ho chiamato Mirko e abbiamo fatto un set acustico in 2 di circa 30 min e la jam finale con le altre band.” Per il live di sabato, il gruppo sta organizzando un live ricco. “Pisa sarà una celebrazione dell’album These Days e il qualche modo del concerto all’Arena Acquatica di Milano. Abbiamo organizzato circa 3 ore di concerto diviso in 2 parti. Ci saranno tante sorprese e tante canzoni mai eseguite dai Bon Jovi dal vivo e mai eseguite da noi. Sarà’ una prima vera e propria su tante cose”. Un concerto mo,lto sentito per Davide, visto che l’evento dell’Arena Acquatica è stata la sua prima volta ad un live di Bon Jovi.  “Lo ricordo con un’emozione incredibile. Loro erano veramente magici e per me è stata la conferma che avrei tanto voluto vivere di musica per tutta la mia vita…”

Con il sogno di Davide e dei Backfire, in attesa dell’evento, vi lascio un piccolo assaggio di ciò che sarà These Days.

About VoglioTornàBambina

Check Also

Pop Art pop art Pop Art Fuorisync3 310x165

Pop Art

Pop Art Dal 23 al 28 Ottobre – Cometa Off “Il teatro non si può raccontare, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.